Diego Granese - Entrepreneur, Influencer & Lifecoach | Non esistono addominali alti e bassi!
213
post-template-default,single,single-post,postid-213,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Non esistono addominali alti e bassi!

Addominali

Addominali

Oggi cercherò di sfatare uno dei più grandi miti ormai popolare tra i frequentatori delle palestre.

Ovvero che si possano allenare gli addominali “alti” e gli addominali “bassi”.

Gli addominali o meglio il muscolo retto dell’addome è un muscolo unico che permette di abbassare le coste (muscolo espiratorio) e di flettere il bacino sul torace o viceversa: aumentando la pressione addominale.

Il mito può essersi creato partendo da un’altro mito, ovvero che facendo lavorare gli addominali si “levi la pancia”, siccome dopo un periodo di allenamento anche lungo, può essere difficile far risaltare esteticamente i cosiddetti “addominali inferiori” (la prima parte dell’addominale che compare è quella superiore), sicuramente si è pensato che cercando di isolare gli “addominali inferiori” si potesse rimediare a quell’accumulo di grasso che non permetteva l’estetica perfetta. Niente di più sbagliato, per farvi capire è come cercare di dividere Bicipite (Muscolo Bicipite Brachiale) in bicipite alto e bicipite basso e cercare di farlo lavorare separatamente, sembrerebbe la cosa più ridicola di questo mondo.

Ecco spiegato perchè dobbiamo smetterla di dividere il retto addominale in due parti, questo compito spetterebbe all’istruttore che in nessun modo dovrebbe assecondare certe richieste, ma spiegare che ciò non è possibile, e anche se lo fosse non si otterrebbe il risultato sperato, ovvero quello di togliere il grasso localizzato in un punto preciso del corpo umano, in quanto ciò non è possibile a prescindere.

Coach Diego Granese

No Comments

Post A Comment